Museo della seta - Mendicino
 
le esclamazioni
pastore
 
 

Ppè l’anima de mammata!

Per l’anima di tua madre!

 

Ppè l’anima de patrimma!

Per l’anima di tuo padre!

 

Ppè re cinque chiaghe de Cristu!

Per le cinque piaghe d Cristo!

 

Ppè l’amure de Diu!

Per l’amor di Dio!

 

Arrassusia!

Dio ce ne scampi e liberi!

 

Ti fazzu nu pitazzu, ti fazzu piezzi piezzi, reglie reglie!

Ti riduco a un boccone, ti faccio a pezzi, brandelli brandelli!

 

Pristufò

Esclamazione onomatopeica usata per allontanare un cane.

 

Ggdrè và?Ggdrè vieggdri.

Dove vai? Da nessuna parte.

 

Ti sì cunzatu cumu nu Sangirolamo.

Ti sei acconciato come un San Girolamo ( ti sei ridotto malamente).

 

Jazza, Jazza cà jamu ara jazza; chiova chiova cà jamu ara scola!

... che andiamo in piazza; piove piove che andiamo a scuola!

Graziella Caputo Licursi, Mendicino paese dell’anima. Memoria e identità, Tipografia Di Giuseppe, Cosenza 2005. P. 24.

 

  Rende (CS), donne alla raccolta del finocchio
home home